Castelli di carte

Castelli di carte

Esistono persone che sognano… e altre che pianificano… e poi esistiamo noi sospesi a metà tra il bisogno di certezze… e il desiderio che qualcosa arrivi a sconvolgerle… Tutta la nostra crescita personale e professionale è orientata al raggiungimento di certezze, di sicurezze che ci facciano sentire al riparo da eventuali imprevisti, inconvenienti, situazioni non controllabili né gestibili. Dal punto di vista pratico questo tipo di posizione è indubbiamente la migliore poiché ci tutela dai piccoli e grandi terremoti che l’esistenza ci riserva e ci fornisce i mezzi per camminare eretti e sicuri sulle nostre gambe. Questa ricerca di stabilità ha però il suo prezzo in quanto, nella maggior parte dei casi, ci induce a rinunciare a quei sogni nel cassetto che ci hanno raccontato non potranno mai rassicurarci materialmente e quindi sono, e devono restare, sogni. Eccoci dunque concentrati a pianificare e prevedere ogni aspetto di quello che potrà…

Continua a leggere

Se solo fosse vero

Se solo fosse vero

In fondo tutto ciò che vorremmo… è aprire gli occhi e trovarci dentro a un sogno… che non si dissolverà al primo battito di ciglia… Quante volte abbiamo creduto in qualcosa che poi si è rivelato diverso da come avevamo immaginato? In quante occasioni ci siamo trovati davanti a una situazione che sembrava quella che desideravamo da sempre e poi invece, altrettanto repentinamente, è scivolata via dalla nostra vita? Perché abbiamo la sensazione che tutto ciò che desideriamo davvero continui a sfuggirci o ad apparire solo temporaneamente nella nostra esistenza, perché poi velocemente sfugge? Nelle pieghe del tempo, quelle che ci hanno avvolti e condotti lentamente verso una crescita interiore e personale a volte difficile, complicata, contorta, ci siamo resi conto di quante cose siano entrate nel nostro universo volendo rimanerci ma poi ne siano uscite; in una prima fase siamo stati noi stessi a determinare quegli allontanamenti, quelle fughe…

Continua a leggere

Ciò che sai di me

Ciò che sai di me

La parte migliore di noi può uscire fuori… davanti all’unico qualcuno che ha conosciuto la parte peggiore… e nonostante questo è rimasto… Molto spesso nella realtà contemporanea tendiamo a indossare maschere che tutelano la nostra interiorità, la nostra parte più tenera e per questo fragile, da tutte le persone e gli eventi che potenzialmente potrebbero ferirla, metterla in pericolo, farci rischiare di perdere il centro di noi stessi che con tanta fatica e abnegazione abbiamo cercato di conquistare nel corso del tempo. Un equilibrio fondamentale a procedere nella nostra esistenza in nome del quale abbiamo perseguito gli obiettivi e lasciato indietro ciò che sapevamo non poteva renderci felici anzi, che avrebbe costituito un ostacolo, un problema, dal momento in cui avevamo appreso che una situazione, una persona, non devono essere nella nostra vita sotto forma di problema. Qualcuno per camminare con noi dovrebbe renderla migliore quella vita, la sua presenza…

Continua a leggere

Quando tutto cambia

Quando tutto cambia

Il giorno in cui penseremo di tornare sui nostri passi… potrebbe essere lo stesso nel quale accadrà qualcosa… che ci metterà davanti a un nuovo percorso… Arriva prima o poi un momento, normalmente successivo a una profonda introspezione sul nostro stato emotivo, durante il quale facciamo un bilancio su quanto sia stato importante ciò che del nostro passato abbiamo lasciato andare, di quanti siano stati gli errori legati a incomprensioni mai davvero risolte, di quali e profondi siano stati quei sentimenti che, nonostante abbiamo atteso arrivassero di nuovo, non sono più giunti a sollevare un’emotività che sembra essersi seduta su se stessa, rassegnata a restare in silenzio. In quel particolare frangente non possiamo fare a meno di ricordare con nostalgia chi, del passato più recente sia stato protagonista, anche se nel momento del distacco i motivi per allontanarci erano stati molto più forti di quelli per restare; tuttavia, a distanza…

Continua a leggere

A proposito di te

A proposito di te

Se non riusciamo a cambiare le cose… forse è arrivato il momento di cambiare quella parte di noi… che permette alle cose di essere sempre uguali… Perché a volte abbiamo la sensazione che le cose per noi si verifichino sempre con la medesima modalità? Come mai, nonostante vorremmo con tutte le nostre forze, indirizzarci verso situazioni nuove e diverse, ci ritroviamo prima o poi, ad ammettere che somigliano in modo impressionante alle precedenti? Per quale motivo non ci riesce di uscire dal circolo vizioso che ci induce a incontrare sul nostro cammino, la stessa tipologia di persone anche se sappiamo che non vanno bene per noi? Durante tutto il nostro processo di maturazione personale abbiamo molto spesso cercato di analizzare a fondo noi stessi e le circostanze che si siamo trovati a vivere, perché avevamo già compreso da tempo che senza autocoscienza non avrebbe mai potuto esserci il superamento degli…

Continua a leggere

Se te ne vai

Se te ne vai

Molte persone pensano di poter tornare… e trovare tutto come prima… ma tutto sarebbe potuto rimanere come prima… solo se non se ne fossero mai andate… Alcune storie arrivano nella nostra esistenza in un momento particolare, strano, nel quale noi o l’altro, non abbiamo ben chiaro il percorso da intraprendere, oppure semplicemente non siamo sufficientemente maturi ed equilibrati da essere in grado di accettare un rapporto che sembra più grande di quanto ci aspettassimo. A volte questa consapevolezza, o sensazione, non riesce a essere arginata né controllata, quindi darci il tempo di assistere gradualmente, e senza tensioni interiori, al suo evolversi, non sembra possibile poiché l’emozione ci travolge e non ci permette di gestire ciò che accade, che nasce da ciò che sentiamo. In altri casi invece, sebbene noi scegliamo, perché ci risulta impossibile optare per qualcosa di diverso, di arrenderci alla tempesta e di assecondare gli eventi che si…

Continua a leggere

Stavolta sarà diverso

Stavolta sarà diverso

A volte basta un sorriso per dissolvere un dubbio… altre invece è sufficiente un solo dubbio… per cancellare mille sorrisi… Quando ci addentriamo in quei meccanismi difensivi che inevitabilmente delineano e accompagnano la nostra crescita emotiva e personale, siamo costretti a fare i conti con quell’emozione di cui vorremmo volentieri fare a meno, la diffidenza. Siamo stati quasi costretti a trovarci faccia a faccia, nel lungo sentiero del tendere verso una maturità maggiore, con persone che hanno avuto il compito di far vacillare la nostra fiducia, di farci perdere in qualche modo l’apertura spontanea che avremmo verso l’altro, di indurci ad alzare una guardia che diversamente ci avrebbe lasciato un punto scoperto rendendoci di fatto deboli, facilmente ingannabili a causa di un’ingenuità che non poteva restare intatta. Dunque crescendo, ci misuriamo con le conseguenze di una fiducia che spesso viene riposta nelle mani sbagliate, o che le circostanze ci costringono…

Continua a leggere

Senza un briciolo di testa

Senza un briciolo di testa

Il limite più grande della ragione… è di non riuscire mai in alcun modo… a dare un senso a un’emozione… Quante volte abbiamo detto a noi stessi che non ci saremmo trovati più in una determinata situazione? E quante, innumerevoli altre, abbiamo affermato di non voler ripetere il medesimo errore o di non voler avere a che fare con qualcuno? Come mai invece ci troviamo molto spesso a imbatterci esattamente nelle circostanze che avevamo deciso di voler evitare o a ritornare dalle persone che avevamo deciso di allontanare? Eppure nel momento di lucidità, nel procedimento razionale che ci conduce su quel filo logico determinante a prendere una decisione, a compiere una scelta, avevamo snocciolato a fondo le questioni, avevamo analizzato i pro e i contro ed eravamo giunti all’inevitabile conclusione. Ciò nonostante in alcune occasioni ci siamo trovati davanti a eventi talmente casuali, quanto in fondo determinati da un fato…

Continua a leggere

Al di là del bene e del male

Al di là del bene e del male

L’importanza di un sentimento non si svela quando nasce… la sua importanza si scopre quando resta… malgrado tutti i motivi per cui avrebbe potuto morire… Nel corso della nostra a volte dissestata e confusa esistenza può capitare di trovarci faccia a faccia con qualcosa di inspiegabile, con una di quelle sensazioni di cui in precedenza avevamo solo sentito raccontare senza mai averle vissute, convincendoci per questo che fossero solo delle leggende metropolitane, dei miraggi inconsistenti di cui tutti parlano ma che in realtà nessuno ha mai davvero visto accadere. Eppure in uno di quei giorni distratti durante i quali siamo assorti dai nostri pensieri e dalla programmazione degli impegni più imminenti, ci imbattiamo in quel qualcosa di superiore, di incredibilmente avvolgente fin dal primo istante, che ci lascia confusi, disorientati, destabilizzati ma assolutamente e irrimediabilmente coinvolti. Certo, accettare sensazioni tanto forti e impetuose non è cosa semplice, proprio perché ci…

Continua a leggere

La voce del passato

La voce del passato

Tutto ciò di cui abbiamo bisogno… potrebbe essere nascosto dentro le cose che abbiamo messo da parte… pensando che non fossero abbastanza… Quante volte ci è capitato di pensare di volere di più? In quante occasioni ci siamo sentiti intrappolati in una situazione che non ci sembrava essere il massimo per noi, decidendo di chiuderla per sanare un’insoddisfazione che non ci permetteva di restare dove eravamo? Cosa ci fa credere che il meglio stia sempre in ciò che deve ancora arrivare, in ciò che non abbiamo? Quando siamo concentrati sull’avanzare, sull’andare avanti e progredire inseguendo l’ideale più alto, quello che ci spinge a un miglioramento personale e a un’evoluzione necessaria a indurci a compiere quei cambiamenti fondamentali per il cammino verso la maturità interiore, tendiamo a staccarci da tutto ciò che potrebbe essere un potenziale ostacolo, una zavorra, per quel percorso. Un po’ perché non abbiamo ancora un quadro più…

Continua a leggere
1 2 3 4 38