Attori o figuranti?

Attori o figuranti?

Nel gioco della vita l’emozione è una conseguenza… nel gioco delle emozioni la vita è un palcoscenico… e poi c’è la realtà in cui tutto avviene senza che ne riusciamo a comprendere la trama… Molto spesso ci troviamo a fare il punto della situazione guardando dal di fuori il cammino compiuto e le lezioni apprese durante il viaggio intrapreso fino a quel momento, e non possiamo fare a meno di ammettere che, anche laddove eravamo determinati a lasciare da parte l’emotività per dare predominanza alla razionalità, alla concretezza e al pragmatismo, la naturale conseguenza di ciò che abbiamo vissuto è stata proprio l’emozione da cui siamo stati abbracciati o travolti in ogni frangente. A nulla è valsa la determinazione a rimanerne distaccati o a volerla provvisoriamente escludere in virtù di un obiettivo da perseguire o a seguito di ferite ancora da risanare, lei ha comunque preso il sopravvento determinando un…

Continua a leggere

Inconsapevolmente

Inconsapevolmente

Le certezze di cui abbiamo davvero bisogno… sono spesso le stesse che avevamo affermato di non volere… un po’ perché le temevamo… e un po’ perché ne avevamo sottovalutato l’importanza… Spesso la nostra vita si assesta all’interno di sentieri che sono la conseguenza di esperienze precedenti, un’altalena tra ciò che abbiamo ottenuto e ciò a cui siamo stati costretti, nostro malgrado, a rinunciare; quelle esperienze hanno tracciato una linea netta all’interno della nostra emotività, un confine oltre il quale decidiamo di non poter più andare perché tutte le volte che abbiamo tentato non siamo riusciti a ottenere ciò che desideravamo. Dunque ci siamo guardati allo specchio e abbiamo deciso di essere forti, di non lasciarci abbattere da quelle mancanze e di concentrarci invece su tutto ciò che abbiamo raggiunto, perché tutto sommato quelli che ci mancano sono dettagli che forse non sarebbero poi neanche così tanto adeguati alle nostre caratteristiche,…

Continua a leggere

Vado via per un po’

Vado via per un po’

Il modo migliore per perdersi spesso… è cercare di trovarsi… così come il modo migliore per trovarsi… è quello di decidere di perdersi… Nella società contemporanea ogni incontro, ogni rapporto interpersonale sembra inspiegabilmente complicarsi, dopo i primi approcci idilliaci e piacevoli, e generare una serie infinita di incomprensioni che difficilmente riescono a trovare una risoluzione. Ciò è probabilmente dovuto alla fretta con la quale tendiamo ad approcciare l’altro, certi di poter intuire velocemente cosa davvero sta cercando di sottintendere, ma anche alla mancanza di reale ascolto e attenzione a tutto ciò che in qualche modo è esterno a noi, incapaci in fondo di osservare la realtà da un punto di vista più empatico, senza valutarla attraverso il filtro del nostro comportamento e delle nostre peculiarità caratteriali bensì comprendendo le azioni e le reali intenzioni di chi non può che essere diverso da noi solo per il fatto di essere un…

Continua a leggere