In fuga da cosa?

In fuga da cosa?

Non esiste luogo verso cui non possiamo scappare… così come non esiste realtà che non riuscirà a raggiungerci… ovunque andremo… Nel corso del groviglio complesso e articolato delle esperienze che accumuliamo per raggiungere una relativa maturità e una maggiore conoscenza di noi stessi, ci siamo trovati molto più spesso di quanto avremmo previsto a fronteggiare la questione della fuga. Fuga messa in atto da qualcuno a cui tenevamo per sua incapacità di confrontarsi con tematiche o problemi che non era pronto ad accogliere nella sua esistenza ma che ha provocato in noi insicurezze e dubbi sul nostro comportamento o sul motivo reale di quell’allontanamento. Pur mettendoci in discussione e cercando un confronto per comprendere meglio l’altro, ci è successo in diverse occasioni di trovare una porta chiusa, sbarrata, che ci ha impedito di dare un senso a ciò che stava accadendo facendoci piombare ancor più nell’incertezza e negli interrogativi a…

Continua a leggere

Senza più maschere

Senza più maschere

Il momento in cui ci sentiamo davvero forti… è lo stesso nel quale siamo perfettamente in grado… di accettare e mostrare le nostre debolezze… Trascorriamo gran parte della nostra vita a cercare di rafforzarci, di vincere le paure e i timori, di oltrepassare quei limiti imposti da noi stessi e che costituiscono gli ostacoli che nella maggior parte dei casi incontriamo perché non abbiamo ancora in mano la chiave per sapere come superarli, non conosciamo le capacità e le risorse che sono in noi finché non ci troviamo davanti al bivio necessario a scoprirle. Durante questo lungo percorso è inevitabile confrontarsi con persone che spesso riescono a insinuarsi in quelle insicurezze o, per meglio dire, in quelle mancanti consapevolezze, provocando in noi ferite e fratture interiori che impieghiamo poi molto tempo a risanare. L’atteggiamento che segue quelle esperienze è quello di innalzare barriere difensive volte a proteggerci e, soprattutto, a…

Continua a leggere

L’eco degli eventi

L’eco degli eventi

Le situazioni che abbiamo chiuso ieri… sono l’ago della bilancia nel decidere… quali possiamo e vogliamo aprire oggi… Gli eventi accaduti, quelle circostanze dentro le quali ci troviamo malgrado il nostro desiderio che tutto vada secondo le nostre speranze e sogni, costituiscono una parte considerevole di un bagaglio emotivo e personale che spesso percepiamo come un fardello ma che di fatto diviene un fondamentale spartiacque tra ciò verso cui dovremmo tendere e ciò da cui invece sarebbe meglio stare lontani. Il rammarico per gli eventi del passato spesso prolunga quella scia di attaccamento, quel legame con qualcosa che abbiamo sentito scivolarci via dalle mani come impalpabile sabbia, nonostante avessimo chiuso i pugni con forza per trattenere ciò che non volevamo uscisse dalla nostra vita. Eppure sappiamo con estrema certezza che nel momento in cui ci siamo arresi all’evidenza di dover mettere un punto definitivo a quella determinata situazione, perché non…

Continua a leggere

Avrei voluto, avrei potuto, avrei dovuto

Avrei voluto, avrei potuto, avrei dovuto

L’errore più grande non risiede nell’aver scelto un percorso sbagliato… l’errore più grande risiede nel credere che quello sbaglio… sia stato colpa delle circostanze anziché il frutto di una nostra scelta… Quante volte ci siamo sentiti in balìa degli eventi che ci hanno apparentemente condotti verso decisioni che si sono rivelate grandi errori? Perché le energie sottili intorno a noi sembrano aver lavorato per indurci a commettere sbagli che hanno determinato la spiacevole realtà che si è delineata dopo? Come mai il fato ci è stato tanto avverso da non volerci in alcun modo agevolare e rendere le cose più facili? Negli alti e bassi della nostra esistenza, quel faticoso cammino verso il raggiungimento della realizzazione personale, della felicità, del benessere e dell’equilibrio interiore e materiale, abbiamo spesso avuto la sensazione di essere trascinati da una corrente alla quale non eravamo in grado di resistere, come se tutto ciò che…

Continua a leggere

La chiave per il presente

La chiave per il presente

Pensando a tutto ciò che è stato… possiamo trovare la chiave per aprire la giusta porta… di tutto ciò che sarà… Quante volte ci siamo sentiti dire che il passato è qualcosa da lasciarsi alle spalle, da dimenticare per evitare che influenzi il presente? In quanti casi, al contrario, abbiamo avuto a che fare con persone che rimanevano attaccate a ciò che era accaduto incapaci di andare oltre e ricostruirsi? Perché è tanto complicato trovare un punto di incontro tra ciò che eravamo e la direzione verso cui dobbiamo andare? Nel corso delle molteplici esperienze che caratterizzano il nostro cammino di maturazione interiore e personale abbiamo avuto l’opportunità, spesso vista come evento negativo, di avere a che fare con situazioni e persone che non erano in realtà le migliori per noi; tuttavia la comprensione di cosa fosse il meglio per noi non è maturata fino a quando non abbiamo intrapreso…

Continua a leggere

Ciò che sai di me

Ciò che sai di me

La parte migliore di noi può uscire fuori… davanti all’unico qualcuno che ha conosciuto la parte peggiore… e nonostante questo è rimasto… Molto spesso nella realtà contemporanea tendiamo a indossare maschere che tutelano la nostra interiorità, la nostra parte più tenera e per questo fragile, da tutte le persone e gli eventi che potenzialmente potrebbero ferirla, metterla in pericolo, farci rischiare di perdere il centro di noi stessi che con tanta fatica e abnegazione abbiamo cercato di conquistare nel corso del tempo. Un equilibrio fondamentale a procedere nella nostra esistenza in nome del quale abbiamo perseguito gli obiettivi e lasciato indietro ciò che sapevamo non poteva renderci felici anzi, che avrebbe costituito un ostacolo, un problema, dal momento in cui avevamo appreso che una situazione, una persona, non devono essere nella nostra vita sotto forma di problema. Qualcuno per camminare con noi dovrebbe renderla migliore quella vita, la sua presenza…

Continua a leggere

Se te ne vai

Se te ne vai

Molte persone pensano di poter tornare… e trovare tutto come prima… ma tutto sarebbe potuto rimanere come prima… solo se non se ne fossero mai andate… Alcune storie arrivano nella nostra esistenza in un momento particolare, strano, nel quale noi o l’altro, non abbiamo ben chiaro il percorso da intraprendere, oppure semplicemente non siamo sufficientemente maturi ed equilibrati da essere in grado di accettare un rapporto che sembra più grande di quanto ci aspettassimo. A volte questa consapevolezza, o sensazione, non riesce a essere arginata né controllata, quindi darci il tempo di assistere gradualmente, e senza tensioni interiori, al suo evolversi, non sembra possibile poiché l’emozione ci travolge e non ci permette di gestire ciò che accade, che nasce da ciò che sentiamo. In altri casi invece, sebbene noi scegliamo, perché ci risulta impossibile optare per qualcosa di diverso, di arrenderci alla tempesta e di assecondare gli eventi che si…

Continua a leggere

Giochi di prestigio

Giochi di prestigio

L’esperienza ci insegna a non fidarci degli inaffidabili… e a non ascoltare gli incoerenti… sta a noi apprendere l’insegnamento e farne tesoro… La parola esperienza racchiude in sé un intero mondo fatto di incontri, di scontri, di speranze, di attese, di disillusioni, di persone entrate e uscite dalla nostra vita e di episodi che resteranno indelebili nella nostra memoria, emotiva e non; la stessa parola spesso viene messa in secondo piano rispetto alla convinzione che ogni persona sia diversa da un’altra, che ognuna costituisca un mondo a sé e che non necessariamente ciò che abbiamo visto accadere con qualcuno si ripeterà in modo identico con qualcun altro di simile e che dobbiamo lasciare aperta la porta al beneficio del dubbio. E’ anche vero però che sappiamo perfettamente di non volerci mai più ritrovare a raccogliere i pezzi di qualcosa che si è spezzato per sempre, perché riprendersi diventa sempre più…

Continua a leggere

Se chiedo, rispondi

Se chiedo, rispondi

Spesso non è che non chiediamo la cosa giusta… spesso chiediamo la cosa giusta alla persona sbagliata… e la cosa sbagliata alla persona giusta… e così si ingarbuglia tutto… Nel corso delle nostre esperienze personali ed emotive, siamo venuti a contatto con tipologie talmente diverse di persone che abbiamo dovuto necessariamente fare i conti con l’evidenza che ogni cosa, ogni situazione, ogni circostanza, presenta delle caratteristiche differenti. Questi incontri così poliedrici hanno caratterizzato e contraddistinto il nostro cammino verso una crescita interiore che, di volta in volta, soprattutto se apparteniamo a quel genere di persone che tendono a mettere in discussione se stesse ed esplorarsi prima di farlo con gli altri, hanno segnato un mutamento nel nostro punto di vista e un cambiamento nel modo di porsi che, nell’esperienza appena conclusa, si era dimostrato poco adeguato. Ovviamente la questione è legata soprattutto alle relazioni sentimentali me è anche estendibile a…

Continua a leggere

Scia di un ricordo

Scia di un ricordo

A volte ciò che manca di più… non è qualcuno con cui stare… ciò che manca di più è la leggerezza dell’essere che sentivamo… quando stavamo con qualcuno… Nella nostra vita attuale ci siamo assestati, volenti o nolenti, dentro il porto sicuro delle cose che amiamo, quelle che ci rendono felici e che a volte ci fanno arrabbiare, ma comunque fanno parte di quella realtà dentro cui siamo abituati a muoverci agevolmente. Può essere che abbiamo dovuto ricostruirlo faticosamente quell’ordine, dopo aver subìto la fine di qualcosa a cui tenevamo; oppure è stato un gancio provvidenziale che ci ha permesso di uscire da una situazione in cui non ci sentivamo più noi stessi, non riuscivamo più a stare, e da cui abbiamo sentito l’esigenza di fuggire; o ancora semplicemente abbiamo visto sfumare, come nebbia che si dissolve, tutte quelle sensazioni fondamentali a tenerci legati a qualcuno. Perché molto spesso anche…

Continua a leggere