Non chiamarlo amore

Non chiamarlo amore

Il momento in cui sentiamo che una persona… ci fa perdere la serenità… dovrebbe essere lo stesso in cui decidere… di perdere quella persona… Durante la nostra crescita sentimentale abbiamo appreso, basandoci anche sul pensiero comune che era la base da cui partire quando ancora brancolavamo nel buio riguardo alle relazioni sentimentali, che un sentimento forte deve in qualche modo nascondere o comprendere una sofferenza, una tensione tra forze negative e forze positive che sembrano dover essere l’ago della bilancia della profondità di un amore. Partendo da questo presupposto ne incontriamo un altro di concetto generalizzato, forse anche più incisivo, che una relazione lunga e duratura debba presupporre sopportazione e tolleranza, accettazione dei pregi e difetti dell’altro e perdono di quegli errori che, in una situazione differente, non avremmo mai ammesso nella nostra esistenza. Queste considerazioni generano la falsa convinzione che solo quando ci troviamo davanti ad atteggiamenti che ci…

Continua a leggere

Non dimenticarti di te

Non dimenticarti di te

A volte prima di preoccuparci di far star bene gli altri… dovremmo domandarci se gli altri stanno facendo di tutto… per far star bene noi… Può succedere che in alcuni momenti particolari del nostro percorso emotivo, soprattutto se usciamo da un periodo di riflessione solitaria, ci sentiamo particolarmente vulnerabili o, per meglio dire, inclini a vedere tutto il meglio in qualcuno che finalmente, dopo una lunga attesa, riesce a farci di nuovo sentire vivi. Fa riemergere sensazioni ormai assopite, ci riporta in una dimensione dimenticata che credevamo di non essere più predisposti a rivivere; quell’incontro è vitale per ricordarci che invece tutto ciò che pensavamo appartenesse al passato, era solo nascosto in un angolo e pronto a saltare fuori davanti alla persona giusta, quella capace di tirare fuori le emozioni più forti e necessarie a farci sentire completamente presi. Dunque, nonostante le resistenze iniziali, non possiamo fare a meno di…

Continua a leggere

Solchi di memoria

Solchi di memoria

A volte il ricordare… ci riporta alla memoria il perché… avevamo voluto dimenticare… Quando il nostro equilibrio cresce e diamo molta più importanza al sentirci bene interiormente che non ad avere, o trattenere, qualcuno che non ci rendeva più felici, sappiamo che le rinunce compiute, le decisioni prese, erano orientate a intraprendere una strada diversa, un cammino grazie al quale ci saremmo sentiti più a nostro agio, più noi stessi. Capita che nella dinamica di alcune relazioni si crei uno squilibrio tra le due parti, non tanto perché la bilancia del dare e dell’avere debba necessariamente essere alla pari altrimenti è giusto chiudere il rapporto, quanto perché uno dei due si sente, senza necessariamente esserlo, la parte più debole. In questi casi, che a periodi alterni possono far parte della vita relazionale di ognuno di noi, la dissonanza si crea tra chi può liberamente esprimere la propria essenza, il proprio…

Continua a leggere