Solo frammenti

Solo frammenti

La straordinarietà di un attimo… spesso è offuscata dalla nostra errata convinzione… che qualcosa di straordinario debba essere più lungo… di un solo breve attimo… Per quale motivo ci ostiniamo a volte a vivere nell’illusione che la felicità sia un lungo percorso che accompagna l’intera esistenza? Come mai, secondo questa convinzione, non riusciamo ad apprezzare fino in fondo gli istanti che si susseguono, per quanto transitori e brevi, e che sono in grado di farci sentire appagamento e realizzazione finché permangono? Davvero siamo convinti che possa esistere qualcuno la cui vita è stata costantemente straordinaria senza incorrere anche in momenti meno esaltanti, felici o meno sereni? Durante la fase più delicata della nostra crescita, quella in cui i sogni devono necessariamente fare i conti con la realtà, siamo costantemente sollecitati da tutte le persone che ci stanno intorno e che ci vogliono bene, a prendere atto che la vita è…

Continua a leggere

Tutto il senso di un attimo

Tutto il senso di un attimo

Nell’esitazione di un attimo… si può nascondere il desiderio inconfessato di una vita… e il rumore di tutto ciò che c’è stato in mezzo… Quando raggiungiamo una fase di equilibrio, di saggezza ottenuta a seguito di un importante percorso di accettazione e di riflessione sugli accadimenti, sulle motivazioni del susseguirsi degli eventi, assumiamo un atteggiamento più misurato, più prudente perché necessario a indurci a procedere in un determinato percorso solo dopo aver ponderato le conseguenze o tutto ciò che una scelta o una non scelta potrebbero portare con sé. All’interno di quel nuovo modo di essere ci sentiamo a nostro agio perché abbiamo imparato a tenere a bada le nostre intemperanze, l’istinto che ci aveva condotti a commettere errori di valutazione o a tendere verso un desiderio, un sogno che non realizzandosi mai abbiamo rinchiuso nella scatola delle cose impossibili. Non siamo stati disillusi né tanto meno ci siamo imposti…

Continua a leggere

Con gli occhi aperti

Con gli occhi aperti

Il sogno è tutto ciò che diciamo di voler fare… il progetto è tutto ciò che cominciamo e continuiamo a fare… per realizzare il sogno… Il momento in cui cominciamo a prendere coscienza della realtà delle cose, ad avere consapevolezza di voler intraprendere un determinato cammino, di scoprire quali siano le nostre attitudini e le nostre inclinazioni, siamo spesso costretti a fare i conti con l’impossibilità di conseguire i risultati per cui ci eravamo impegnati, con gli insormontabili ostacoli che ci hanno impedito di proseguire spediti nella direzione scelta costringendoci a volte ad arrenderci davanti all’evidenza che non tutto ciò che desideriamo può trasformarsi in ciò che possiamo ottenere. Quello è il frangente in cui compiamo un ulteriore passo verso la nostra crescita, verso quel percorso che ci trasformerà in adulti realisti e consapevoli di dover restare attaccati alla contingenza e a cosa è meglio per noi nell’ambito di quanto…

Continua a leggere

E poi siediti

E poi siediti

Forse in fondo la felicità non risiede negli alti e bassi delle emozioni… forse la felicità abita negli spazi di serenità tra i due impetuosi estremi… La società contemporanea ci induce ad avere ritmi esistenziali serrati, orientati al raggiungimento di obiettivi e di traguardi per i quali impegnarci e lavorare duramente sembra essere l’imperativo irrinunciabile; se da un lato questo tendere contribuisce a indurci ad apprezzare e a convivere con quella tensione necessaria a diventare stimolo per perseguire lo scopo che ci siamo imposti, dall’altro ci spinge a credere che nel momento in cui tutto sembra scorrere su un binario più tranquillo, perché la meta è stata raggiunta oppure semplicemente perché arriva un momento in cui è necessario aspettare che gli eventi prendano la direzione auspicata, stiamo perdendo tempo, stiamo assumendo un atteggiamento eccessivamente rilassato che fa sorgere il sospetto che qualcosa non vada. La conseguenza logica di questo tipo…

Continua a leggere

Il coraggio di scegliere

Il coraggio di scegliere

La felicità è una scelta… e spesso il non riuscire a esserlo è la conseguenza… della paura di compierla quella scelta… Molto spesso nei periodi più introspettivi del nostro cammino, quelli durante i quali siamo predisposti a guardarci indietro e fare i conti con le circostanze e gli accadimenti che ci hanno condotti a trovarci esattamente in quella fase di presa di coscienza, di osservazione di tutto ciò che si è verificato, non possiamo fare a meno di domandarci il motivo per cui un’esperienza che ci stava rendendo felici sia stata destinata ad allontanarsi da noi. Quella domanda resta sospesa senza trovare una risposta soddisfacente poiché possiamo solo prendere atto dell’innegabile realtà che niente sia eterno, che ogni cosa che inizia abbia anche una fine e che forse la felicità è solo un’illusione, una chimera di cui ci hanno raccontato ma che di fatto sfugge non appena ci sembra di…

Continua a leggere

Il sogno dimenticato

Il sogno dimenticato

Le persone che rinunciano a un sogno… sono le stesse che segretamente continueranno a domandarsi… come sarebbe andata se lo avessero inseguito… Entrare nella dimensione dell’essere adulti ci costringe a razionalizzare gli eventi e gli obiettivi sulla base di quelle che sono le nostre capacità e possibilità di poterli raggiungere; in questa presa d’atto dei limiti e dei punti di forza tendiamo ad accomodarci all’interno di una zona sicura, un ambito che riteniamo facilmente ottenibile e che ci conduce vero un’indipendenza e un’autonomia che siamo convinti sia sufficiente a farci sentire realizzati. Tuttavia, nel proseguire il percorso di vita, di quotidianità e di convivenza con l’iniziale sensazione di libertà regalata da quell’appagamento economico che tanto avevamo atteso, lentamente cominciamo a realizzare che forse vorremmo qualcosa di più, una dimensione che ci faccia sentire più completi, più soddisfatti di noi stessi per aver realizzato qualcosa di inconfessato ma che ha sempre…

Continua a leggere

Sei davvero felice?

Sei davvero felice?

Ogni volta che scegliamo con la testa… rischiamo di trovarci faccia a faccia con qualcosa che ci fa capire… che sarebbe stato meglio seguire le emozioni… Il cammino dentro l’esistenza a volte si presenta tortuoso e complicato, pieno di ostacoli, di discese e di salite che per molti di noi appaiono faticose, ardue, e ci fanno desiderare di procedere su un terreno più stabile, meno scivoloso, che ci permetta di mantenere inalterato quell’equilibrio verso cui tendiamo. Dunque sviluppiamo la rassicurante convinzione che se procediamo dando la priorità alla mente, alla razionalità e alla logica, possiamo controllare meglio gli eventi, le cose che decidiamo o meno di far accadere, evitandoci il rischio di soccombere a un’ulteriore destabilizzazione nella quale non vogliamo più trovarci. Ecco perché, quelli di noi che temono il vortice confuso degli imprevisti, dell’irrazionalità, tendono a ragionare e valutare i pro e i contro di qualunque scelta, perché in…

Continua a leggere

Proprio dietro l’angolo

Proprio dietro l’angolo

Ogni angolo di vita scopre scorci nuovi e inaspettati… ogni scorcio trasforma la visione della vita… che fino a quel momento abbiamo avuto… In quante occasioni abbiamo pensato di aver raggiunto la maturità? Quante di queste volte ci siamo detti che ormai niente avrebbe potuto sorprenderci o farci cambiare opinione su cose che diamo per certo siano dei punti fermi? Come mai allora ogni volta siamo costretti ad ammettere di trovarci di fronte a qualcosa che ha, inevitabilmente, il potere di farci vedere le cose da un punto di vista completamente diverso dal precedente? Perché alcuni di noi si oppongono e resistono alle trasformazioni e a nuove prospettive, confondendo il cambiamento con una mancanza di coerenza? Pensare di essere sempre uguali, di correre su un binario diritto, senza curve e senza scambi, è per molti di noi rassicurante, perché non ci costringe ad affrontare destabilizzazioni o rischio di discese e salite che ci farebbero impiegare…

Continua a leggere

Cose della vita

Cose della vita

A volte prendiamo una strada convinti che sia il meglio… poi succede qualcosa che modifica il punto di vista… un po’ perché le situazioni si trasformano… un po’ perché nel tempo cambiamo noi… Quanti di noi hanno compiuto delle scelte categoriche e definitive convinti di fare la cosa più giusta per se stessi e per chi stava loro accanto? E quanti poi, nel percorso e nei cambiamenti ai quali naturalmente la vita ci sottopone, si sono resi conto di non sentirsi più a proprio agio nei panni che avevano scelto di indossare? Come convivere con l’esigenza sempre più impellente di dare una svolta alla propria vita senza però ferire nessuno o provocarne la sofferenza? Cosa fare? Sacrificare noi stessi e l’inclinazione che ci spinge a prendere una strada diversa, o seguire l’impulso con una decisione netta che inevitabilmente ci indurrà a rivoluzionare anche la vita degli altri? E’ molto difficile…

Continua a leggere