Solo frammenti

Solo frammenti

La straordinarietà di un attimo… spesso è offuscata dalla nostra errata convinzione… che qualcosa di straordinario debba essere più lungo… di un solo breve attimo… Per quale motivo ci ostiniamo a volte a vivere nell’illusione che la felicità sia un lungo percorso che accompagna l’intera esistenza? Come mai, secondo questa convinzione, non riusciamo ad apprezzare fino in fondo gli istanti che si susseguono, per quanto transitori e brevi, e che sono in grado di farci sentire appagamento e realizzazione finché permangono? Davvero siamo convinti che possa esistere qualcuno la cui vita è stata costantemente straordinaria senza incorrere anche in momenti meno esaltanti, felici o meno sereni? Durante la fase più delicata della nostra crescita, quella in cui i sogni devono necessariamente fare i conti con la realtà, siamo costantemente sollecitati da tutte le persone che ci stanno intorno e che ci vogliono bene, a prendere atto che la vita è…

Continua a leggere

Armonia improbabile

Armonia improbabile

Se le priorità sono troppo discostanti… è perché il punto di vista sulla vita è troppo divergente… e così l’armonia non può che barcollare… Quando ci capita di incontrare qualcuno che ci conquista per il suo modo di fare, di porsi nei nostri confronti, e con cui comprendiamo che le emozioni si amplificano in maniera esponenziale man mano che il tempo passa, ci troviamo a sorprenderci di quanto la sintonia sia forte e solida così come tendiamo a vedere solo il bello, le cose piacevoli, tralasciando quelle che potrebbero essere le cause di disaccordo, sebbene spesso in quella prima fase idilliaca tendano a non emergere perché ciò che sembra contare è stare bene insieme e condividere ogni momento. Andando avanti nella relazione, malgrado comincino a emergere le rispettive diversità che fanno parte dell’individualità di ognuno, la priorità è quella di continuare a costruire un percorso insieme, di progettare un futuro…

Continua a leggere

Troppo presto, troppo tardi

Troppo presto, troppo tardi

Il momento giusto per fare qualcosa… non è determinato dal tempo che razionalmente dovrebbe passare… il momento giusto per fare qualcosa… è determinato dall’intensità emotiva con cui lo desideriamo… Il tempo è l’elemento determinante che sembra scandire la nostra esistenza; alcune volte rallenta ogni cosa lasciandoci increduli a renderci conto di quanto una situazione possa essere immobile, stazionaria al punto da indurci a credere che resterà così per sempre. In altri casi invece gli eventi si susseguono in maniera talmente rapida da non concederci il tempo di prenderne atto e di abituarci a ciò che è accaduto poco prima. E poi esistono quelle circostanze che ci mettono faccia a faccia con la nostra incapacità di aver saputo cogliere l’attimo, di afferrare l’occasione che ci si è presentata, rendendoci impossibile il rimpianto di non essere stati in grado di comprendere l’importanza che avrebbe potuto avere nella nostra vita quella persona, quell’evento…

Continua a leggere

E poi siediti

E poi siediti

Forse in fondo la felicità non risiede negli alti e bassi delle emozioni… forse la felicità abita negli spazi di serenità tra i due impetuosi estremi… La società contemporanea ci induce ad avere ritmi esistenziali serrati, orientati al raggiungimento di obiettivi e di traguardi per i quali impegnarci e lavorare duramente sembra essere l’imperativo irrinunciabile; se da un lato questo tendere contribuisce a indurci ad apprezzare e a convivere con quella tensione necessaria a diventare stimolo per perseguire lo scopo che ci siamo imposti, dall’altro ci spinge a credere che nel momento in cui tutto sembra scorrere su un binario più tranquillo, perché la meta è stata raggiunta oppure semplicemente perché arriva un momento in cui è necessario aspettare che gli eventi prendano la direzione auspicata, stiamo perdendo tempo, stiamo assumendo un atteggiamento eccessivamente rilassato che fa sorgere il sospetto che qualcosa non vada. La conseguenza logica di questo tipo…

Continua a leggere

Sto bene così

Sto bene così

Ciò che non abbiamo avuto… ci induce ad assuefarci alla convinzione… di non averne bisogno… È sempre un processo piuttosto singolare e destabilizzante il dover adeguare e assestare il nostro punto di vista e le nostre aspettative alla persona che ci troviamo davanti o alla situazione che siamo costretti a fronteggiare, eppure accade continuamente e ripetutamente nell’arco dell’intera esistenza di ciascuno di noi. Inizialmente l’idealismo che appartiene all’età più giovanile ci induce a combattere per i princìpi che riteniamo irrinunciabili, quelli dai quali è impensabile staccarsi, non in quel momento, non finché le circostanze non ci metteranno esattamente davanti a quella scelta che avevamo detto di non compiere; tuttavia il destino a volte è beffardo e così ci costringe a confrontarci con due realtà parallele, quella del restare fedeli a quelli che siamo oppure quella del compiere un passo verso un’evoluzione che richiede necessariamente quella specifica rinuncia. Quello è il…

Continua a leggere

Meglio restare qui

Meglio restare qui

L’abitudine è quella calda coperta con cui ci avvolgiamo… quando abbiamo troppo timore di aprire una porta… che potrebbe farci trascinare via dal vivace vento dell’imprevisto… Quante volte davanti a un bivio abbiamo deciso di percorrere la strada che ci sembrava più sicura, meno incerta? In quante innumerevoli occasioni abbiamo preferito non scegliere piuttosto che prenderci la responsabilità di fare un salto verso ciò che avrebbe potuto condurci a vivere una realtà diversa e forse più appagante dell’attuale? Perché è più facile adeguarci, e spesso accontentarci, di ciò che abbiamo anziché spingerci oltre la zona sicura per cercare di raggiungere un risultato diverso e potenzialmente più gratificante? Nel corso della nostra evoluzione personale, quel cammino complesso che ci conduce alla maturazione e alla delineazione delle nostre caratteristiche di adulti, possiamo esserci trovati ad avere a che fare con momenti nei quali abbiamo ottenuto ciò che desideravamo ma anche con molti…

Continua a leggere

Non chiamarlo amore

Non chiamarlo amore

Il momento in cui sentiamo che una persona… ci fa perdere la serenità… dovrebbe essere lo stesso in cui decidere… di perdere quella persona… Durante la nostra crescita sentimentale abbiamo appreso, basandoci anche sul pensiero comune che era la base da cui partire quando ancora brancolavamo nel buio riguardo alle relazioni sentimentali, che un sentimento forte deve in qualche modo nascondere o comprendere una sofferenza, una tensione tra forze negative e forze positive che sembrano dover essere l’ago della bilancia della profondità di un amore. Partendo da questo presupposto ne incontriamo un altro di concetto generalizzato, forse anche più incisivo, che una relazione lunga e duratura debba presupporre sopportazione e tolleranza, accettazione dei pregi e difetti dell’altro e perdono di quegli errori che, in una situazione differente, non avremmo mai ammesso nella nostra esistenza. Queste considerazioni generano la falsa convinzione che solo quando ci troviamo davanti ad atteggiamenti che ci…

Continua a leggere

Cosa c’è tra noi?

Cosa c’è tra noi?

Tra il percepire un’affinità e il veder crescere una sintonia… esiste una terra di mezzo che si chiama tempo… e una forza magnetica che si chiama alchimia… Capita a volte, nel corso della nostra esistenza, di fare un incontro particolare, strano per molti versi e assolutamente inspiegabile nelle dinamiche e nelle sensazioni che ci suscita fin dal primo istante; la sensazione di familiarità, il sentirsi a proprio agio già dalle frasi scambiate ci inducono a pensare che quell’incontro apparentemente casuale sia l’epilogo del lungo cercare che ha caratterizzato il nostro cammino fino a quel momento. Il modo di porsi, il modo di pensare e di esprimersi sono talmente simili da rendere superflue spiegazioni che non farebbero che ribadire ciò che è evidente e chiaro dalle prime parole, anche se sia noi che l’altro ci sentiamo stupiti e destabilizzati per un’affinità profonda alla quale non riusciamo a dare un senso razionale….

Continua a leggere