Nelle pieghe di un pensiero

Nelle pieghe di un pensiero

La riflessione è un mezzo dell’intuito… per portare alcune sensazioni alla luce della razionalità… e poi elaborare un’opinione… Molto spesso l’inconsapevolezza di tutto quel mondo emotivo che si trova all’interno di noi ci induce a galleggiare in superficie, rinunciando ad approfondire perché la fretta del vivere contemporaneo, gli impegni pratici da cui a volte ci sentiamo sopraffatti, l’incapacità di affrontare un percorso di approfondimento, ci convincono che sia meglio non fermarsi a meditare, a scoprire significati o a porsi troppe domande di cui sarebbe troppo complesso scoprire le risposte. Malgrado il susseguirsi di circostanze, eventi, accadimenti che colpiscono in qualche modo la nostra interiorità, la nostra quotidianità e tutto ciò che costituisce certezze e sicurezze edificate nel corso del tempo, tendiamo costantemente ad accantonare le motivazioni sottili per cui quel qualcosa si è verificato, a non considerare il significato profondo che scaturisce dalla naturale evoluzione seguita a quel particolare episodio;…

Continua a leggere

Incontrollabile irrazionalità

Incontrollabile irrazionalità

E poi arriva il giorno in cui decidiamo… che la razionalità deve vincere sull’emotività… e tutto ciò che accade va esattamente nella direzione opposta… a quella stabilita… Molto spesso, nei percorsi dell’esistenza, abbiamo dovuto destreggiarci tra la nostra parte più istintiva, emotiva e completamente in balìa dell’impulsività, e quella più moderata, logica ed equilibrata nella quale riuscivamo a fra prevalere la mente. Il contrasto tra le due forze opposte ha generato conflitti interiori dai quali a volte siamo usciti vincenti e altre sconfitti, a discapito di chi in quel momento faceva parte della nostra vita. Questa ambivalenza è stata generata non solo dalla nostra indole e dall’esigenza di lasciar fuoriuscire sensazioni ed eccessi da esse stesse generati, bensì anche da esperienze precedenti che ci avevano fatto innalzare barriere dietro le quali era diventato necessario celare la nostra vera personalità, per non ripetere i medesimi errori, per non sbagliare ancora. Tuttavia…

Continua a leggere

Il silenzio della verità

Il silenzio della verità

Nel silenzio di un sogno… potrebbe nascondersi la voce della verità… Esistono momenti o fasi in cui scegliamo di stare con i piedi ben piantati a terra, perché sappiamo che i sogni non ci conducono da nessuna parte o, quantomeno non verso qualcosa di stabile, e perché pensiamo che sia molto meglio procedere su una linea retta che non presenti deviazioni né rischi di scivolare o di scendere a compromessi con noi stessi anziché lasciarci trascinare da una corrente indefinita che non potremo prevedere mai dove ci condurrà. Di conseguenza tendiamo a far emergere in maniera predominante la nostra parte razionale, quella che si avvale della logica e dell’equilibrio per prendere decisioni, determinare obiettivi, pianificare il futuro, e ci sentiamo così tranquilli e rassicurati dentro quei panni che decidiamo che per essere maturi dobbiamo necessariamente rinunciare ai nostri sogni. E rinunciando a essi di conseguenza mettiamo a tacere la voce…

Continua a leggere