Non abbiam bisogno di parole

Non abbiam bisogno di parole

È molto meglio chi ci osserva in silenzio cercando di comprenderci… piuttosto che qualcuno che ci riempie di parole… per convincerci a comprendere ciò che di lui potremo credere solo osservandolo… Quando il nostro percorso interiore evolve e comincia a staccarsi dall’impulsività e dall’immediatezza della fase giovanile, sentiamo l’esigenza non solo di effettuare un percorso di conoscenza e di approfondimento di noi stessi ma anche di accogliere relazioni e rapporti basati su un dialogo il cui obiettivo è quello di scoprire e scoprirsi all’interno di un cammino a due ben diverso da quello in solitaria che a fasi alterne ci troviamo ad affrontare. Assecondando questa naturale inclinazione a scavare più a fondo nell’indole delle persone con cui ci confrontiamo, può esserci capitato di trovarci a prediligere individui chiari, espliciti nel modo di fare e aperti nel comunicare le proprie emozioni. Inizialmente questo approccio ci ha permesso di sentirci sereni nel…

Continua a leggere

Quello che non so dire

Quello che non so dire

Le persone non dicono le cose come ce le aspettiamo noi… le persone dicono le cose nel modo in cui le sanno esprimere loro… sta a noi capirle lo stesso… Quante volte nel corso della nostra vita emotiva, o semplicemente sociale, ci siamo ritrovati a fraintendere completamente ciò che la persona che avevamo di fronte stava cercando di spiegarci? In quali di queste occasioni siamo riusciti ad avere subito la lucidità di comprendere che forse le parole usate e le frasi dette potessero avere un’interpretazione differente da quella che stavamo dando a caldo? Perché diamo per scontato che l’unico modo di comunicare sia quello che usiamo noi, o quello a cui siamo abituati, o ancora lo stesso che ci ha permesso di farci ascoltare sempre… fino a quel momento? Molto spesso le relazioni interpersonali si basano su uno scambio che parte dal presupposto errato che si debba necessariamente avere lo…

Continua a leggere