Nella memoria del tempo

Nella memoria del tempo

A volte il contatto con il passato… è necessario a liberarci e a capire meglio… un presente apparentemente simile eppure completamente diverso… Quando abbiamo a che fare con un passato ingombrante, che ci siamo lasciati alle spalle con molta fatica e notevoli sforzi, può succedere che ciò che è accaduto ci segni molto di più di quanto ci rendiamo conto, o di quanto siamo disposti ad ammettere con noi stessi. La realtà è che è molto più semplice, dopo essere usciti dal periodo buio, cercare di buttarci tutto alle spalle senza mai voltarci indietro, perché l’unica cosa che desideriamo è guardare avanti e ricominciare un nuovo percorso. Ci sentiamo pronti a dare una svolta diversa, ci diciamo assolutamente liberi da quei trascorsi che hanno segnato la strada precedente, e certi di non ripetere mai più gli stessi errori. Siamo anche convinti di essere capaci di guardare al nuovo senza lo…

Continua a leggere

Ciò che l’orgoglio non dice

Ciò che l’orgoglio non dice

Nella maggior parte dei casi se una persona ci ferisce… non è perché vuole colpire noi… è perché ha bisogno di difendere se stessa… Le relazioni interpersonali divengono più complicate man mano che il nostro bagaglio di esperienze si riempie di episodi, di situazioni passate, di incontri e di scontri che ci hanno lasciato in bocca l’amaro della perdita, dell’illusione infranta, dell’insicurezza che inevitabilmente deriva da qualcosa che ci è scivolato via dalle mani pur avendolo voluto trattenere con tutte le forze. Dunque, una volta che ci siamo rialzati, ripresi dal vuoto di una fine, e ricominciamo a tentare di rimetterci in gioco, sappiamo di dover procedere molto più cauti, per proteggere quelle ferite ancora sanguinanti, per far sì che non si verifichi di nuovo quanto abbiamo appena visto finire. Questo è un comportamento comune a tutti gli individui che hanno una storia alle spalle, un trascorso di vita che,…

Continua a leggere

Il suono del vento

Il suono del vento

Le parole sono tasti di un pianoforte… che senza l’accompagnamento dei fatti… non compongono alcuna melodia… Quante volte abbiamo creduto a parole che in quel momento avevamo bisogno di sentirci dire? In quante occasioni ci siamo lasciati incantare dal suono melodioso di frasi che non ci erano state rivolte da troppo tempo? Come mai in questi casi non aspettiamo prudentemente di vedere se le parole sono supportate dalle azioni? È possibile che la nostra voglia di credere sovrasti la necessità di una concretezza fondamentale a completare il quadro? In alcune particolari fasi della nostra esistenza, quelle magari che seguono la rottura di un rapporto faticoso, che ha lasciato dentro di noi profonde cicatrici, disillusioni, sfiducia e chiusura davanti alla possibilità di ricominciare da capo ad aprire il nostro cuore a qualcuno per il timore che prima o poi tutto diverrà di nuovo difficile, complicato, sfibrante, in quelle fasi dicevo ci…

Continua a leggere

Non succederà più

Non succederà più

Gli errori perdonati… non dovrebbero mai essere una scusa… per continuare a sbagliare… Le relazioni nell’epoca contemporanea sono diventate difficili, complicate, inarrivabili perché tutto porta a far tendere l’esistenza verso un tempo futuro che ci si illude possa andar avanti all’infinito. Non che prima fossero più semplici, però in passato le persone sembravano maturare più in fretta, erano più orientate a prendersi responsabilità e impegni senza che questo venisse vissuto come un peso, un onere, un qualcosa da cui scappare a gambe levate. Oggi dunque, ci troviamo di fronte a un esercito di eterni immaturi che sembra cercare in tutti i modi di sfuggire a impegni anche se solo di tipo sentimentali, emotivi, al punto di sentirsi quasi costretti a dover periodicamente sbagliare per allontanarsi e prendere aria da un qualcosa che li spaventa. Fatti i conti però con la realtà che il sentimento, il legame che va oltre la…

Continua a leggere

Non parlare, vivi

Non parlare, vivi

Una parola può rovinare un attimo prezioso… tanto quanto un silenzio ha la capacità… di renderlo eterno… Molto spesso ci capita di avere a che fare con quella tipologia di persone che sentono il bisogno, più per se stesse che per gli altri, di mettere i puntini sulle i, di definire e dare un nome a qualcosa anche se non gli abbiamo mai manifestato la necessità di farlo. O, se anche abbiamo espresso il nostro punto di vista, magari anche diverso dal loro sulla situazione che stiamo vivendo e sul modo in cui vorremmo viverla, ciò non significa che non siamo in grado di rispettare quello di un altro individuo. Dunque il ribadire il concetto già espresso diventa inutile, superfluo e toglie spontaneità ai momenti che stiamo condividendo. E la cosa ancora più assurda è che se non ci fosse quell’impellente esigenza dell’altro di dover puntualizzare ciò che non è…

Continua a leggere

Mai più!

L’amore è quello stato nel quale ci convinciamo di non voler più cadere…nel momento in cui ce ne allontaniamo…e nel quale ci rituffiamo a capofitto…quando non ricordiamo più il motivo di quella scelta… Quante volte abbiamo detto di non voler mai più metterci in gioco e lasciarci andare ai sentimenti? In quanti innumerevoli casi ci siamo detti convinti di preferire il deserto emotivo piuttosto che il rischio di una nuova sofferenza? Quanti di noi hanno affermato, decisi e determinati, che non sarebbero mai più ricaduti mani e piedi dentro l’incomprensibile mondo delle emozioni? Perché ogni volta che chiudiamo una situazione affermiamo con determinazione che sarà l’ultima volta che permettiamo a qualcuno di entrare nel nostro cuore? Proteggersi dalla paura di lasciarsi andare, di rimetterci in gioco, di destabilizzare il nostro equilibrio emotivo è naturale soprattutto nel momento in cui la fine di una relazione è stata pesante e ci ha…

Continua a leggere