Tra dubbi e certezze

Tra dubbi e certezze

In bilico tra ciò che desideriamo e ciò che temiamo… possiamo solo restare in piedi e scegliere se camminare e aver avuto torto… o rinunciare a muoverci senza sapere se avremmo avuto ragione… Esistono dei momenti nella vita, delle fasi delicate e introspettive durante le quali abbiamo bisogno di prendere atto di tutto ciò che siamo, di quanto abbiamo ottenuto e di quante volte abbiamo commesso errori che da un lato ci hanno scoraggiati e resi più insicuri, mentre dall’altro hanno provocato dei cambiamenti di direzione indispensabili a indurci ad abbandonare una via che solo a posteriori abbiamo scoperto non essere la migliore per noi. Questo malgrado le nostre resistenze, la paura che gli eventi sarebbero precipitati e che saremmo rimasti con in mano solo un pugno di mosche; nella realtà dei fatti siamo comunque restati in piedi anzi, spesso siamo riusciti a camminare in modo più spedito di prima…

Continua a leggere

Tutto il senso di un attimo

Tutto il senso di un attimo

Nell’esitazione di un attimo… si può nascondere il desiderio inconfessato di una vita… e il rumore di tutto ciò che c’è stato in mezzo… Quando raggiungiamo una fase di equilibrio, di saggezza ottenuta a seguito di un importante percorso di accettazione e di riflessione sugli accadimenti, sulle motivazioni del susseguirsi degli eventi, assumiamo un atteggiamento più misurato, più prudente perché necessario a indurci a procedere in un determinato percorso solo dopo aver ponderato le conseguenze o tutto ciò che una scelta o una non scelta potrebbero portare con sé. All’interno di quel nuovo modo di essere ci sentiamo a nostro agio perché abbiamo imparato a tenere a bada le nostre intemperanze, l’istinto che ci aveva condotti a commettere errori di valutazione o a tendere verso un desiderio, un sogno che non realizzandosi mai abbiamo rinchiuso nella scatola delle cose impossibili. Non siamo stati disillusi né tanto meno ci siamo imposti…

Continua a leggere

Il coraggio di scegliere

Il coraggio di scegliere

La felicità è una scelta… e spesso il non riuscire a esserlo è la conseguenza… della paura di compierla quella scelta… Molto spesso nei periodi più introspettivi del nostro cammino, quelli durante i quali siamo predisposti a guardarci indietro e fare i conti con le circostanze e gli accadimenti che ci hanno condotti a trovarci esattamente in quella fase di presa di coscienza, di osservazione di tutto ciò che si è verificato, non possiamo fare a meno di domandarci il motivo per cui un’esperienza che ci stava rendendo felici sia stata destinata ad allontanarsi da noi. Quella domanda resta sospesa senza trovare una risposta soddisfacente poiché possiamo solo prendere atto dell’innegabile realtà che niente sia eterno, che ogni cosa che inizia abbia anche una fine e che forse la felicità è solo un’illusione, una chimera di cui ci hanno raccontato ma che di fatto sfugge non appena ci sembra di…

Continua a leggere

Ciò che le parole non dicono

Ciò che le parole non dicono

In alcune circostanze l’esigenza più forte… è quella che fingiamo di ignorare… per la paura che non venga appagata… Vivere nella società contemporanea non è affatto semplice perché molto spesso ci mette di fronte a ostacoli, delusioni, disillusioni, che ci inducono a chiudere la nostra fragile interiorità all’interno di una barriera che deve diventare sempre più inattaccabile e inespugnabile proprio per evitare che le ferite precedenti vengano riaperte o che se ne generino di nuove. Può essere capitato che alcune di quelle cicatrici ci abbiano lasciato segni così profondi da aver fatto nascere in noi l’esigenza di rifiutare qualunque situazione anche solo lontanamente simile a quella che le aveva generate, per evitare di ripetere le stesse dinamiche, per impedirci di ricadere di nuovo nello stesso errore, per non correre il rischio di veder di nuovo riaprirsi la vecchia ferita. Proseguendo nel nostro cammino è inevitabile incorrere in nuove e inedite…

Continua a leggere

In fuga da cosa?

In fuga da cosa?

Non esiste luogo verso cui non possiamo scappare… così come non esiste realtà che non riuscirà a raggiungerci… ovunque andremo… Nel corso del groviglio complesso e articolato delle esperienze che accumuliamo per raggiungere una relativa maturità e una maggiore conoscenza di noi stessi, ci siamo trovati molto più spesso di quanto avremmo previsto a fronteggiare la questione della fuga. Fuga messa in atto da qualcuno a cui tenevamo per sua incapacità di confrontarsi con tematiche o problemi che non era pronto ad accogliere nella sua esistenza ma che ha provocato in noi insicurezze e dubbi sul nostro comportamento o sul motivo reale di quell’allontanamento. Pur mettendoci in discussione e cercando un confronto per comprendere meglio l’altro, ci è successo in diverse occasioni di trovare una porta chiusa, sbarrata, che ci ha impedito di dare un senso a ciò che stava accadendo facendoci piombare ancor più nell’incertezza e negli interrogativi a…

Continua a leggere

Cosa ho fatto di sbagliato?

Cosa ho fatto di sbagliato?

Ciò che le persone fanno o non fanno… non identifica come siamo o cosa manca a noi… bensì come sono e cosa temono loro… La tendenza all’introspezione e l’attitudine a mettere in discussione nostri modi di essere e comportamenti, ci può condurre verso un percorso in cui le nostre responsabilità sono sempre maggiori di quelle delle persone con cui entriamo in contatto, e ci porta altrettanto spesso ad assumerci colpe che non abbiamo e punti di vista completamente errati su nostri atteggiamenti che hanno l’unico difetto di appartenere a noi. Nelle relazioni di tipo sentimentale questa attitudine si radica strato dopo strato, incontro dopo incontro, fino a diventare il focolaio di forti insicurezze che generano relazioni disequilibrate perché basate sul bisogno che l’altro ci accetti, che non ci rifiuti e che non veda quelle imperfezioni che avevano fatto andare via i precedenti prima di lui. Dunque guardiamo ogni sua azione…

Continua a leggere

Meglio restare qui

Meglio restare qui

L’abitudine è quella calda coperta con cui ci avvolgiamo… quando abbiamo troppo timore di aprire una porta… che potrebbe farci trascinare via dal vivace vento dell’imprevisto… Quante volte davanti a un bivio abbiamo deciso di percorrere la strada che ci sembrava più sicura, meno incerta? In quante innumerevoli occasioni abbiamo preferito non scegliere piuttosto che prenderci la responsabilità di fare un salto verso ciò che avrebbe potuto condurci a vivere una realtà diversa e forse più appagante dell’attuale? Perché è più facile adeguarci, e spesso accontentarci, di ciò che abbiamo anziché spingerci oltre la zona sicura per cercare di raggiungere un risultato diverso e potenzialmente più gratificante? Nel corso della nostra evoluzione personale, quel cammino complesso che ci conduce alla maturazione e alla delineazione delle nostre caratteristiche di adulti, possiamo esserci trovati ad avere a che fare con momenti nei quali abbiamo ottenuto ciò che desideravamo ma anche con molti…

Continua a leggere

Quella voce sottile

Quella voce sottile

Esistono verità nascoste e verità rivelate… e poi esistono quelle che continuano a galleggiare nella nostra anima… nonostante cerchiamo di ignorarle… Confrontandoci con la realtà esterna, quel groviglio di episodi, individui e circostanze che affollano la nostra complessa esistenza ma in virtù dei quali sarebbe impensabile riuscire a formare una struttura adulta su cui possiamo costruire nuove consapevolezze e continuare a progredire, confrontandoci con quella realtà dicevo, non possiamo fare a meno di realizzare quanto nascondersi sia quasi un imperativo della società contemporanea. Come se non fosse sufficiente mantenere una riservatezza dovuta a noi stessi per tutelare una fragilità interiore e una delicatezza che potrebbero essere facilmente ferite, come se fosse necessario racchiudere dentro di noi, senza rivelare alle persone con cui ci confrontiamo, modi di essere, di pensare, di vedere le cose e, soprattutto sensazioni e sentimenti che mai vorremmo fossero scoperti. In altri casi addirittura giungiamo a tenere…

Continua a leggere

Senza più maschere

Senza più maschere

Il momento in cui ci sentiamo davvero forti… è lo stesso nel quale siamo perfettamente in grado… di accettare e mostrare le nostre debolezze… Trascorriamo gran parte della nostra vita a cercare di rafforzarci, di vincere le paure e i timori, di oltrepassare quei limiti imposti da noi stessi e che costituiscono gli ostacoli che nella maggior parte dei casi incontriamo perché non abbiamo ancora in mano la chiave per sapere come superarli, non conosciamo le capacità e le risorse che sono in noi finché non ci troviamo davanti al bivio necessario a scoprirle. Durante questo lungo percorso è inevitabile confrontarsi con persone che spesso riescono a insinuarsi in quelle insicurezze o, per meglio dire, in quelle mancanti consapevolezze, provocando in noi ferite e fratture interiori che impieghiamo poi molto tempo a risanare. L’atteggiamento che segue quelle esperienze è quello di innalzare barriere difensive volte a proteggerci e, soprattutto, a…

Continua a leggere

Aspettando un giorno nuovo

Aspettando un giorno nuovo

Il momento più strano è quello in cui… dopo aver messo la parola fine a un’emozione… ci ritroviamo in quell’arida terra di mezzo… in cui dubitiamo dell’arrivo della prossima… Esistono fasi della nostra vita in cui ci troviamo davanti alla consapevolezza di doverci distaccare da tutto ciò che ne aveva fatto parte fino a poco prima perché non ci rende più felici, non ci appaga o, peggio ancora, sembra compromettere fortemente un equilibrio e una stabilità interiori di cui sentiamo di avere bisogno per proseguire nel nostro cammino di crescita personale. In quel tutto sono comprese anche relazioni che avevano coinvolto le nostre emozioni più profonde, le sensazioni più forti mai provate in precedenza ma che a un certo punto hanno compiuto una deviazione che ha fatto virare il rapporto verso una mancanza di reciprocità che ci ha feriti così tanto da dovercene distaccare. Non che l’altro non nutrisse emozioni…

Continua a leggere
1 2