Nella memoria del tempo

Nella memoria del tempo

A volte il contatto con il passato… è necessario a liberarci e a capire meglio… un presente apparentemente simile eppure completamente diverso… Quando abbiamo a che fare con un passato ingombrante, che ci siamo lasciati alle spalle con molta fatica e notevoli sforzi, può succedere che ciò che è accaduto ci segni molto di più di quanto ci rendiamo conto, o di quanto siamo disposti ad ammettere con noi stessi. La realtà è che è molto più semplice, dopo essere usciti dal periodo buio, cercare di buttarci tutto alle spalle senza mai voltarci indietro, perché l’unica cosa che desideriamo è guardare avanti e ricominciare un nuovo percorso. Ci sentiamo pronti a dare una svolta diversa, ci diciamo assolutamente liberi da quei trascorsi che hanno segnato la strada precedente, e certi di non ripetere mai più gli stessi errori. Siamo anche convinti di essere capaci di guardare al nuovo senza lo…

Continua a leggere

Puoi fidarti di me

Puoi fidarti di me

Chi non pensa di dover fare molto… per conquistare la nostra fiducia… non crederà di dover fare niente… quando saprà di averla persa… Nel tempo abbiamo appreso a dare fiducia con molta parsimonia, e non perché di natura siamo persone sospettose o diffidenti, quanto perché le esperienze del passato ci hanno indotti a non lasciarci incantare da meravigliose parole se non sono confermate e supportate dai fatti. Può esserci capitato di aver fortemente creduto in qualcuno che ha approfittato della nostra ingenuità emotiva, tradendo le nostre aspettative e usando la nostra innata predisposizione a credere come scudo per poter indietreggiare e giocare al gatto col topo, solo per difendere se stesso dalla paura di coinvolgersi troppo. Oppure possiamo aver incontrato sul nostro cammino persone che nascondevano la verità per pura e semplice abitudine a mentire, o a non rivelare nulla si sé, inducendoci a voler scoprire cosa si nascondesse dietro…

Continua a leggere

Il suono del vento

Il suono del vento

Le parole sono tasti di un pianoforte… che senza l’accompagnamento dei fatti… non compongono alcuna melodia… Quante volte abbiamo creduto a parole che in quel momento avevamo bisogno di sentirci dire? In quante occasioni ci siamo lasciati incantare dal suono melodioso di frasi che non ci erano state rivolte da troppo tempo? Come mai in questi casi non aspettiamo prudentemente di vedere se le parole sono supportate dalle azioni? È possibile che la nostra voglia di credere sovrasti la necessità di una concretezza fondamentale a completare il quadro? In alcune particolari fasi della nostra esistenza, quelle magari che seguono la rottura di un rapporto faticoso, che ha lasciato dentro di noi profonde cicatrici, disillusioni, sfiducia e chiusura davanti alla possibilità di ricominciare da capo ad aprire il nostro cuore a qualcuno per il timore che prima o poi tutto diverrà di nuovo difficile, complicato, sfibrante, in quelle fasi dicevo ci…

Continua a leggere

Irresistibile follia

Irresistibile follia

Il giorno in cui tenteremo di spiegare o capire un’emozione… sarà lo stesso in cui scopriremo che l’unica cosa che è possibile fare… è lasciarci avvolgere… Nell’età adulta ci siamo abituati a razionalizzare, dare un senso logico, a tutto ciò che ci succede; questo perché è rassicurante far rientrare ogni cosa dentro una spiegazione, dentro uno schema che ci fa sentire protetti dall’incognita, e anche perché in fondo è così che bisogna essere da adulti, equilibrati, solidi, disillusi ma stabili. Questa convinzione genera in molti di noi chiusure, blocchi, barriere nei confronti di tutto ciò che potrebbe mettere in discussione quell’equilibrio faticosamente raggiunto, freni emotivi nel lasciarci andare all’imprevisto, a ciò che non è stato prestabilito, a tutte quelle occasioni che ci si presentano inaspettate e che ci danno un forte scossone vissuto come una minaccia. Certo, spesso la reazione è un baluardo a protezione di un’emotività che porta con…

Continua a leggere

Rosa del deserto

Rosa del deserto

Un’emozione non ha spiegazioni… non ha motivi e non ha ragioni… lei nasce spontanea anche dentro un deserto… si nutre solo di sabbia e vive… Quante volte ci è successo di credere di aver dimenticato un particolare momento della nostra vita ma poi improvvisamente è riemerso? Come mai siamo stati tanto sicuri di aver superato in modo definitivo un distacco o la fine di qualcosa, salvo poi sorprenderci a pensarci quando meno ce lo saremmo aspettato? Perché tutto ciò di cui non ricordavamo più i dettagli si manifesta dal nulla travolgendoci di nuovo con un’intensità che mai avremmo immaginato di ricevere da un passato superato? Molto spesso tendiamo ad allontanare le sensazioni forti che, belle o brutte che siano state, ci hanno in ogni caso dato un incredibile scossone emotivo ma che poi, per vari motivi, abbiamo dovuto chiudere all’interno del quaderno del non più per poter iniziare la nuova…

Continua a leggere

Imperfetti ma completi

Imperfetti ma completi

L’imperfezione è la parte più vera di noi… ma anche quella che i più fanno fatica ad accettare… nell’errata convinzione di doverla nascondere… Chissà per quale strano motivo tutto intorno a noi, nel vivere contemporaneo, sembra volerci indurre a vedere la perfezione come la meta più alta da raggiungere, l’ideale verso cui orientarci per diventare persone migliori, come se i difetti, le piccole manie, le mancanze che ognuno di noi ha, costituissero delle macchie da cancellare per renderle invisibili agli altri. Dunque ci adeguiamo alla realtà in cui quotidianamente ci muoviamo e apprendiamo, in modo via via più scaltro, a nascondere quel lato di noi che temiamo potrebbe farci apparire non all’altezza degli standard verso i quali vogliamo tendere. L’abitudine a non mostrarci per come siamo, a volte si radica in modo talmente profondo da farci ricorrere all’adozione di maschere che via via si stratificano, l’una sovrapposta all’altra e in…

Continua a leggere

E se non fosse così?

E se non fosse così?

A volte incontriamo persone giuste nel momento sbagliato… e persone sbagliate nel momento giusto… il perché dipende forse dal fatto che non siamo pronti noi… In quel cammino spesso accidentato che costituisce la nostra educazione sentimentale, quella che sperimentiamo giorno dopo giorno, amore dopo amore, e che ci rende gradualmente consapevoli di chi siamo e di chi, al contrario, non vogliamo e non possiamo essere all’interno di una coppia, di una relazione, ci può facilmente succedere di trovarci faccia a faccia con qualcuno con cui, in maniera del tutto inspiegabile, si sprigiona un’energia particolare che apparentemente non sembra avere alcun senso. Non ha senso perché magari l’altro non incarna affatto l’ideale che abbiamo sempre immaginato accanto a noi, oppure perché ha un atteggiamento strano che non riusciamo a comprendere, o ancora perché la sua vicinanza ci turba al punto di voler fuggire lontani. Eppure non riusciamo a resistere a quel…

Continua a leggere

Fidati di me

Fidati di me

La diffidenza è un gomitolo che aumenta di volume… ogni volta che le circostanze o le persone… disattendono la nostra fiducia… Vivere nella realtà contemporanea è difficile anzi, a volte abbiamo l’impressione di trovarci in una giungla dove ognuno è talmente concentrato su se stesso da dimenticarsi di guardare e prendere in considerazione tutto ciò che gli ruota intorno. Nel corso della nostra esistenza abbiamo appreso, spesso a nostre spese, che appoggiarci completamente ad altri ci ha fatti trovare senza quel supporto che eravamo certi di trovare nel momento in cui ne avremmo avuto bisogno. In principio episodi come questo ci hanno lasciati senza fiato, delusi, con un grande senso di solitudine ma, soprattutto, sofferenti per aver riposto la nostra fiducia in chi, senza colpo ferire, ha scelto di tradirla. C’è da prendere in considerazione, ovviamente dipende dal caso, la possibilità che la mancanza di sostegno non si sia verificata…

Continua a leggere

Io ci sono e tu?

Io ci sono e tu?

Alle persone dovremmo imparare a dedicare… né più né meno dello stesso tempo che loro… sono disposte a dedicare a noi… Chissà per quale motivo alcuni di noi nell’ambito delle relazioni interpersonali assumono il ruolo di roccia, di porto sicuro, in grado di dimostrare la propria affidabilità e stabilità in un mare di gente che quotidianamente disattende, delude le aspettative, non riesce a mantenere una parola neanche quando vorrebbe. Quelli di noi che assumono il ruolo coriaceo di boa nell’alta marea hanno anche la strana tendenza non solo a capire e scusare le motivazioni degli altri ma persino di giustificare atteggiamenti che di fatto mostrano chiaramente un disequilbrio nel rapporto. Forse perché in una particolare fase della nostra esistenza ci siamo sentiti accusati di non essere delle persone stabili, forse perché abbiamo avuto a che fare con qualcuno di talmente incostante da aver giurato a noi stessi di non attuare…

Continua a leggere
1 2