Non gioco più

Non gioco più

Alcune persone sfuggono… credendo di rendersi più interessanti… mentre in realtà sono solo persone che sfuggono… e così l’interesse decade… Le dinamiche contemporanee delle relazioni interpersonali sono incredibilmente complicate quanto in fondo ormai prevedibili e facilmente decifrabili; tuttavia nel momento in cui ci troviamo imbrigliati all’interno di rapporti, spesso decisamente simili ai nostri precedenti proprio per la naturale tendenza a reiterare i medesimi meccanismi e ad andare verso somiglianti tipologie di persone, facciamo decisamente fatica a essere lucidi e vedere le cose dal più equilibrato punto di vista. Questo tanto più se apparteniamo a quella categoria di individui che hanno seguito, ed effettuato, un significativo percorso di crescita interiore conducendoci a consapevolezze che hanno reso il nostro comportamento molto più solido e maturo rispetto alle esperienze precedenti. Tuttavia non riusciamo a resistere al particolare magnetismo che ci induce ad avvicinarci a quel genere di persone dalle quali, nei percorsi antecedenti,…

Continua a leggere

A fuoco lento

A fuoco lento

E poi realizziamo che spesso un’emozione ha bisogno del suo tempo… per essere accolta e poi accettata e poi crescere… e poi finalmente si lascerà vivere… Nella società contemporanea ogni cosa sembra essere impostata per procedere a ritmo rapido, tutto deve accadere subito, nell’immediato perché altrimenti sembra perdere quel mordente, quell’impellenza che ce lo fa apparire come un obiettivo alla nostra portata; l’approccio che abbiamo a questo modo di vivere si ripercuote inevitabilmente su tutti i campi dell’esistenza, convincendoci che ogni avvenimento, anche nell’ambito emotivo, debba necessariamente presentare subito determinate caratteristiche per farci credere che valga davvero la pena viverlo. E se non risponde a quei requisiti di velocità, se non ci dà nell’immediato ciò che chiediamo, o di cui pensiamo di aver bisogno, lo allontaniamo da noi poiché lo cataloghiamo tra le cose che non fanno per noi, perché troppo impegnative, perché troppo complicate da capire. In questa strana…

Continua a leggere

Tempi moderni

Tempi moderni

Le persone che contano… non sono quelle che fanno di tutto per conquistarci… le persone che contano… sono quelle che faranno di tutto per non perderci… Nella corsa folle dei tempi moderni si tende sempre verso qualcosa: verso un traguardo, verso la realizzazione di una carriera desiderata, verso il raggiungimento del successo. E le persone spesso rientrano negli obiettivi da raggiungere dunque niente di più facile che ci capiti di incontrare qualcuno che dimostri fin da subito un entusiasmo travolgente, che ci manifesti quanto sia stato colpito da noi, che dica quanto vorrebbe approfondire la conoscenza. Noi, anche se inizialmente opponiamo delle resistenze dovute a barriere caratteriali, o a disillusioni del passato, o ancora a tempistiche più lente rispetto a quelle di chi ci troviamo di fronte, alla fine cediamo alle sue richieste, alle sue attenzioni, ai suoi tentativi di scoprire di più, e ci lasciamo andare. In un primo…

Continua a leggere

Un passo alla volta

Un passo alla volta

Incontrarsi non significa già appartenersi… scoprirsi non significa già conoscersi… innamorarsi non significa già amarsi… perché il tempo ha bisogno del suo tempo… A volte ci capita di imbatterci in situazioni o incontri in cui tutto sembra accelerato, in cui ogni cosa, ogni avvenimento, sembra indurci a bruciare le tappe. Se in passato ci eravamo lasciati travolgere dal fiume in piena, oggi siamo più prudenti, abbiamo imparato a fermarci, riflettere, ponderare… non per frenare l’istinto, non per mettere una barriera tra noi e la nostra spontaneità, semplicemente perché, crescendo, tutto avviene più lentamente. Abbiamo imparato il piacere dell’attesa, dello scoprire varie sfaccettature anziché buttarci a pesce dentro un qualcosa che non conosciamo e che potrebbe anche rivelarsi diverso da come immaginato, o non adatto a noi, oppure perché abbiamo appreso che l’impeto iniziale potrebbe spegnersi tanto velocemente quanto si è acceso. Il passaggio è singolare soprattutto se in precedenza eravamo…

Continua a leggere