E poi capirai

E poi capirai

Ciò che sembra perduto non lo è davvero… sta sottilmente continuando a sussistere… trasformandosi in altro di molto migliore… Quante volte ci siamo trovati a domandarci come mai ci siamo intestarditi a impiegare tutte le nostre energie per qualcosa, o qualcuno, senza avere alla fine alcun riscontro? In quante occasioni abbiamo creduto di aver sprecato i nostri sentimenti, le nostre attenzioni, il nostro entusiasmo per chi in fondo non ha saputo davvero apprezzarli? Perché, nonostante i segnali oggettivi e dall’esterno incredibilmente chiari, abbiamo volutamente continuato a perseguire un obiettivo, una meta, che in realtà ci ha condotti a trovarci solo con un pugno di mosche? Molto spesso ci siamo trovati a fare i conti con questo genere di riflessioni, o forse sarebbe meglio definirle frustrazioni, tanto più forti e cocenti quanto più avevamo fortemente creduto che tutto ciò che stavamo facendo fosse fondamentale a determinare un esito positivo, a conquistare…

Continua a leggere

Come ti chiami?

Come ti chiami?

La fretta di dare un nome o una definizione a qualcosa… ci impedisce di assaporare il tempo… nel quale lentamente evolve prendendo la sua forma… Molto spesso nel vivere contemporaneo ci lasciamo prendere dal ritmo accelerato di un mondo che sembra correre in avanti e nel quale sia necessario avere tutto sotto controllo, tutto ben definito, perché in fondo è rassicurante sapere che ogni tassello è ordinatamente al proprio posto, all’interno di uno spazio ben delimitato in cui muoverci senza il timore dell’incerto. Questa tendenza diventa una nostra seconda pelle a tal punto da indurci a credere che qualsiasi persona con cui abbiamo a che fare abbia il nostro medesimo punto di vista, quello apparentemente più comune o, in ogni caso, quello che ci consente di non dover procedere per tentativi, di non impiegare tempo prezioso nel dover comprendere ciò che si presenta come indefinito, non catalogabile, non rispondente a…

Continua a leggere